Il Viaggio dell’Eroe

Viaggio dell'eroe | Nicolettatodesco.it
ARTICOLI RECENTI
CATEGORIE
TAG

Grazie al viaggio dell’eroe anche tu ti liberi dai luoghi comuni per essere libero di evolvere

Ti sei mai chiesto cosa hanno in comune gli eroi che si incontrano nelle storie? Prendiamo per esempio i celebri protagonisti de Il Signore degli Anelli e di Star Wars.

Ne Il Signore degli Anelli, Frodo intraprende un viaggio per distruggere l’Anello del Potere; incontra anche un mentore, Gandalf, e affronta prove difficili come la battaglia alla Torre di Orthanc e l’attraversamento del Fiume dell’Ombra. Alla fine, Frodo raggiunge il Monte Fato e distrugge l’Anello, diventando un eroe.

In Star Wars, Luke, un semplice contadino, viene invece chiamato ad intraprendere una missione per salvare la galassia. In questo viaggio, Luke incontra il mentore Obi-Wan Kenobi, supera ostacoli, affronta la prova più difficile nella battaglia finale contro Darth Vader, e ritorna alla sua vita ordinaria come un eroe. 

Che cosa contraddistingue Frodo e Luke? In che cosa consiste il loro viaggio eroico? Il Viaggio dell’Eroe è vicino alle nostre vite più di quanto possiamo pensare: riguarda anche l’imprenditore la cui azienda è appena fallita, la donna di mezza età insoddisfatta a livello sentimentale, l’adolescente con difficoltà a scuola… Riguarda ognuno di noi.

Ti sei mai chiesto se sei soddisfatto della vita che stai vivendo? Ti piace l’idea di iniziare a vivere una vita straordinaria piuttosto che ordinaria? Se fossi quindi tu il prossimo eroe?

La vita ordinaria è quella che probabilmente già stai facendo ora: ti alzi al mattino, vai al lavoro, esci con gli amici, ceni con il partner, leggi una storia ai tuoi figli. Comprende tutto ciò che per noi è di routine, è normalità e abitudinario. 

La vita straordinaria è invece tutto ciò che va oltre ciò che è ordinario, comprende ciò che più vorresti fare e che pensi di non averne il tempo, o di non meritarlo; è la vita che veramente vorresti vivere.

Possiamo riconoscere a Joseph Campbell l’aver delineato un modello narrativo chiamato il viaggio dell’eroe che è stato poi adattato da Christopher Vogler per l’industria cinematografica. Si tratta di un modello narrativo universale che può essere utilizzato per creare storie coinvolgenti e significative nel cinema, nella letteratura e in qualsiasi altra forma di narrazione.

Dobbiamo quindi al saggista Campbell, con l’opera L’eroe dai mille volti (1949), l’analisi delle storie tradizionali e dei miti di tutto il mondo per ricavarne quindi un modello universale, un monomito in cui un protagonista intraprende un viaggio per superare i propri limiti e raggiungere il proprio scopo.

Potrebbe questo modello narrativo essere anche uno strumento per esplorare il viaggio personale della vita di ognuno di noi?

cos'è l'equilibrio emozionale

Vogler e il viaggio dell’eroe nella cinematografia

Vogler, autore e sceneggiatore americano, ha applicato poi questa struttura alla narrazione cinematografica e televisiva, identificando una serie di passaggi chiave che il protagonista deve attraversare durante il suo viaggio. 

In particolare dodici sono le fasi che vedono il protagonista coinvolto per diventare un eroe da uomo comune, per trasformare la sua vita da ordinaria a stra-ordinaria.

Le varie fasi vedono il protagonista:

  1. vivere in un mondo ordinario con abitudini e routine quotidiane;
  2. essere invitato ad intraprendere un viaggio o una missione;
  3. rifiutare la chiamata tentando di evitare l’avventura restando alla sua vita normale;
  4. incontrare un mentore che lo guida nell’accettare la sua chiamata all’avventura;
  5. superare con successo il primo ostacolo;
  6. superare un punto di svolta che lo costringe ad andare avanti e non tornare indietro;
  7. affrontare la prova più difficile della sua avventura;
  8. affrontando la prova più difficile, cambiare in modo significativo;
  9. ricevere una ricompensa per il suo successo;
  10. ritornare nella sua vita ordinaria come una persona completamente trasformata;
  11. dimostrare il suo cambiamento;
  12. ritornare a casa comprendendo in modo diverso se stesso e il mondo che lo circonda.

Cosa ci raccontano queste fasi di noi? In quale fase specifica del viaggio dell’eroe ti stai ritrovando oggi nella tua vita?

Il viaggio dell’eroe ci racconta di noi anche per la presenza di archetipi, ovvero di figure tipo nelle quali ci possiamo identificare o possiamo identificare le persone che fanno parte della nostra vita.  Tutti noi, ad esempio, abbiamo una persona di riferimento che ci guida e che ci supporta nel momento del bisogno: questa persona rappresenta per noi l’archetipo del mentore. Ne Il viaggio dell’eroe possiamo riconoscere anche altri archetipi come:

  1. l’eroe ovvero il protagonista della storia;
  2. il mentore che è una guida e supporta l’eroe durante il viaggio;
  3. il cattivo che ostacola l’eroe nel raggiungimento del suo obiettivo;
  4. il compagno che aiuta l’eroe durante il viaggio e condivide con lui prove e avventure.

Il viaggio dell’eroe è quindi molto di più di una semplice storia che i film o i libri ci narrano, è piuttosto un percorso di crescita, di evoluzione e di maturazione, è quel processo che può fare la differenza che fa la differenza nella nostra vita e un viaggio che aiuta le persone a liberarsi dai luoghi comuni per essere liberi di evolvere. 

Pronto a partire? Scegli il corso monografico più adatto alle tue esigenze.